Come si vota

Come si vota
Per votare l’elettore deve presentarsi al seggio ed esibire la tessera elettorale e un documento di riconoscimento personale (carta d’identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione). È possibile recarsi al voto anche con la ricevuta della richiesta della carta d’identità elettronica. Ai fini dell’identificazione degli elettori, sono validi anche le carte d’identità e gli altri documenti di identificazione scaduti, purché i documenti stessi risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione del votante.
Nel caso in cui la tessera elettorale non risulti più utilizzabile per l’esaurimento di tutti gli spazi relativi alla certificazione del voto occorre, prima di presentarsi a votare, richiedere una nuova tessera elettorale presso l’Ufficio elettorale comunale.
Ricevuta la scheda elettorale, l'elettore può esprime il proprio voto tracciando un segno:

  • solo sul nome del candidato sindaco: in questo caso il voto va soltanto al candidato sindaco;
  • solo su una lista: in questo caso il voto va alla lista prescelta e al candidato sindaco ad essa collegato;
  • sul nome di un candidato sindaco e su una lista che sostiene un altro diverso candidato (esempi di voto disgiunto.

È possibile esprimere fino ad un massimo di due preferenze, scrivendo il nome e cognome, o soltanto il cognome del candidato o dei candidati a consigliere comunale, a fianco della lista prescelta, alla quale i candidati votati devono appartenere. Nel caso l'elettore intenda esprimere due preferenze, è necessario che si tratti di candidati di sesso diverso tra loro e appartenenti alla stessa lista.
Se l'elettore esprime due preferenze per candidati dello stesso sesso (entrambe le preferenze per candidati maschi o entrambe per candidate di sesso femminile), la seconda preferenza espressa sarà annullata.